mercoledì 25 agosto 2010

Parmantier di pollo alla cannella


Eh già, di solito nel purè ci si mette la noce moscata...ma non è stato un errore, la serendipità stavolta non c'entra...volevo metterci proprio la cannella.
Molti ingredienti, molti  profumi, odori buoni, ci fanno sentire a casa. Quando assaporiamo una torta di mele, una crostata, un polpettone...le patate...il purè.
Cosa riempie la cucina più dell'aroma della cipolla resa invisibile dal burro? Cosa ci fa pensare alla magia, al calore di una sciarpa di lana intorno al collo, più della cannella? Cosa ci fa tornare bambini più del pollo?
Cosa scalda più del forno? Ecco...bhè...meglio preparare questa meraviglia tra un po'...adesso le giornate poco si prestano a questa pietanza autunnale...però potreste prenderne nota e ripensarci tra qualche tempo. :-)
Non essendo nella mia cucina, sprovvista dei miei utensili oltre che delle cocotte monoporzione, una sorta di assioma per questo piatto, ho utilizzato una teglia da forno capiente...non fatelo perché al momento di servire la pietanza dovrete violarla con una spatola o qualcos'altro e spaccare lo scrigno...vedere nei piatti un'accozzaglia di roba non è mai il massimo, ammettiamolo: si perde tutta la poesia, mentre affondare il cucchiaio o la forchetta in una terrina di terracotta ancora calda, propria, che sprigiona un profumo intenso e in cui si vedono degli strati prender forma...è molto ma molto meglio.
Oserei confortante.
Armatevi di mezzo kg di petto di pollo o, se preferite, tacchino.
Tagliatelo a pezzetti e cuocetelo in padella con dell'olio e salate appena.
Affettate sottilemente due cipolle bionde, soffriggetele nel burro, pepatele alla creola.
Lavate 1 kg di patate, mettele a bollire in acqua salata, fate sobollire per circa venti minuti/mezzora poi sgocciolatele e sbucciatele ancora calde. Schiacciatele con la forchetta, aggiungete del burro e della cannella a piacimento, non esagerate ma fatela sentire.
Scaldate 450/500 ml di latte intero ed aggiungetelo all'impasto di patate, pepate.
Prendete le terrine, imburratele, versate uno strato di purè, adagiatevi uno strato di cipolle poi dei bocconcini di pollo ed ancora purè, infine cospargete la superficie con del groviera grattugiato o se preferite dell'asiago...scegliete voi che tipo di gusto volete abbia la crosta...potreste usare del tilsit o del reggiano...spolverizzate con un pizzico di cannella ed infornate un quarto d'ora a 180° poi accendete il grill e lasciate per ulteriori 5 minuti...servite appena sfornata.

Purtroppo, quanto mi duole ammetterlo, questa ricetta meravigliosa non è mia anche se in parte -minima- l'ho modificata. Se vi interessa saperne di più cliccate qui....ecco, questo è uno dei ricettari più utili ed interessanti che si trovano in giro...del resto il pollo lo apprezzano quasi tutti (vegetariani e vegan a parte) per la sua delicatezza. Variarne le preparazioni permette di non farlo venire mai a noia, specie ai bambini...e poi sperimentare è utile anche ai grandi... ;-)

7 commenti:

  1. questo piatto mi piace, davvero tanto tanto, e non ho neanche bisogno di aspettare io qui il fresco autunno é già alle porte, anzi c'é proprio :)))
    Buona serata! ahhh dimenticavo, adoro la cannella e trovo che ci stia a meraviglia ;-)

    RispondiElimina
  2. A Novembre la provo!!! ;-)

    RispondiElimina
  3. ;-) Pino adoro la tua ironia...del resto se a Roma continua così...manco a Natale sarà ora...
    Indubbiamente è insolito sentire il forno sprigionare un intenso profumo di cannella e poi trovarsi davanti un secondo...l'abbinamento però è azzeccatissimo...all'insegna della delicatezza che, anche in cucina, ogni tanto ci vuole...
    Ps: Mariluna fammi sapere poi, dopo l'assaggio, cosa ne pensi...

    RispondiElimina
  4. piccola è il 28 agosto 2010... tanti auguri, tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri, tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri, tanti auguri,tanti auguri, tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri, tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri,tanti auguri, tanti auguri, tanti auguri, tanti auguri,tanti auguri!!!!

    dardadi

    RispondiElimina
  5. tanti aguri di buon compleanno daria...I shot the sheriff

    RispondiElimina
  6. Ti faccio tanti auguri per i tuoi 27 anni.
    Un caro saluto.

    Sergio

    RispondiElimina
  7. Grazie! GRAZIE a tutti voi! :-) Vi scrivo dal mio nuovo piccolo superportatile pc...così smetto di rompere l'anima al prossimo -finalmente- per connettermi...contenti?
    Spero di riuscire ad aggiornare presto il blig...ho un paio di cosette interessanti da postare...solo sono indietro coi lavori di casa...sto ultimando la scelta dei mobili e la lorocollocazione nonché rifacimento...sapete com'è...la vogliadi sbiancare tutto mica m'è mai passata! Grazie ancora mamma, Andre, Sergio per la vostra dolce sosta qui...

    RispondiElimina